Regolamento Generale delle Prove di Traduzione

Art. 1 – Modalità

Le prove scritte del Latinus Ludus si svolgeranno a Mondaino (RN) in locali, con personale e stampati messi a disposizione dall’Organizzazione.

Per quanto attiene la prova scritta, che consiste nella traduzione di un brano dal latino in italiano e per la quale è fissato il tempo massimo di tre ore, gli studenti dovranno dotarsi esclusivamente di vocabolario, penna e dovranno recarsi a Mondaino a spese proprie.

Al termine delle prove scritte saranno consegnati gli attestati di partecipazione al fine della eventuale concessione di crediti formativi da parte degli Istituti di appartenenza.

Art. 2 - Sezioni

Gli studenti verranno ammessi alla prova scritta sulla base delle comunicazioni pervenute dagli Istituti ed inseriti nelle apposite sezioni, distinte secondo l’anno di progressione di studio del latino. I relativi gruppi sono riportati nel modello B.

Gli Istituti che, eventualmente, adottino piani di studio o corsi speciali, non riconducibili ai raggruppamenti indicati, dovranno specificare, unitamente alla classe frequentata, anche il corrispondente anno di latino.

Art. 3 – Prescrizioni speciali per la Sezione E

Il brano di versione del primo anno di latino (Sezione E) potrà richiedere i seguenti contenuti:

  • le prime quattro declinazioni.
  • le tre classi degli aggettivi.
  • indicativo, imperativo, congiuntivo e infinito presente di sum.
  • indicativo, imperativo, congiuntivo e infinito presente delle quattro coniugazioni, attivo e passivo.
  • complementi: causa, fine, modo, tempo, luogo, d'agente e causa efficiente.
  • strutture sintattiche: cum e il congiuntivo, finali.

In presenza di regole ivi non menzionate, si fornirà un'indicazione in calce al testo della versione, a vantaggio degli studenti che non hanno ancora affrontato queste strutture sintattiche.

Art. 4 - Premiazioni

Verranno premiati:

  • i primi tre studenti di ogni sezione (graduatoria assoluta);
  •  gli studenti iscritti alla sezione E (primo anno di latino) non verranno classificati per merito. Saranno premiati ex equo i migliori cinque elaborati.

La Commissione potrà riconoscere menzioni speciali ai primi classificati degli Istituti Classici, Scientifici, dei Licei Sociopsicopedagogici e Linguistici, purché ottengano una valutazione di sufficienza e in assenza di rappresentanti di tali istituti tra i primi classificati delle sezioni del concorso; ovvero agli elaborati che, pur non risultando tra i primi tre classificati (sezioni da A, B, C, D) o tra i primi cinque (sezione E) si distinguano per bontà e qualità.

Al fine dell’omogeneità di giudizio, la Commissione Giudicatrice valuterà la specificità degli elaborati in considerazione del corso di studi. Tutti i premi, comprese le menzioni speciali, saranno assegnati agli elaborati giudicati all’altezza degli standard di qualità ritenuti imprescindibili dalla Commissione Giudicatrice.